IL PROGETTO DI LOTTIZZAZIONE

Il progetto di lottizzazione originario è stato redatto dal settore Territorio del comune di Faenza e firmato dagli architetti Ennio Nonni, Fausto Cortini e Silvia Laghi.
Lo stesso si contraddistingue per una marcata caratterizzazione che si richiama all’ambientazione tipica delle corti rurali di un tempo; seguendo tale indirizzo si ritrovano:

  • Una viabilità pubblica centrale con caratteristiche di strada residenziale calma con l’utilizzo di materiali lapidei per tutte le pavimentazioni (part. 1)

  • Gli ingressi della strada pubblica centrale contrassegnati da due pilastri in mattoni faccia a vista che ricordano quelli del territorio rurale che segnavano gli ingressi poderali (part.2)

  • Un muro di cinta in mattoni faccia a vista che delimita la strada pubblica (part. 3)

  • Una piazzetta, chiusa alla viabilità, che si trova all’incrocio fra la strada pubblica ed il percorso pedonale, con pavimentazione in porfido, che sale verso il bosco naturale collocato a monte della lottizzazione (part. 4)

  • Una fontana collocata nel cuore della piazzetta nata dalla vena artistica dello scultore Hidetoshi Nagasawa (part. 5)

  • La struttura di alloggiamento delle due cabine enel poste agli estremi nord e sud della lottizzazione progettata dall’artista Giuseppe Spagnullo (part. 6)

  • Cancelli pedonali ed alloggiamento dei citofani e della buchetta delle poste frutto di un ricercato design (part. 7)

 

 

.